sabato 28 giugno 2014

DIARIO


28 giugno 2014
Domani è la festa dei ss. Pietro e Paolo. A casa tra gli uni e gli altri, se ne festeggiano 6. Più un anniversario di matrimonio, quello, manco a dirlo, di Piero, mio fratello, con Paola, mia cognata. Rimanga fra noi, e che non lo leggano gli interessati, un vero salasso di 'dindini' in tempi di crisi feroce. Con un escamotage ho trovato il modo di risparmiare con i regali, ma per oggi non vi racconterò come. Inutile che i festeggiati vengano delusi con 24h di anticipo.
Senza trucco e senza inganno, invece, la torta di zucchine che mi avvio a preparare. La devo portare a Villacidro domani, perchè è lì che trascorreremo la giornata di festa. Posterò la ricetta e la foto più tardi, benchè sia consapevole che una torta di zucchine la sappiano fare tutti.
Vedo che le prime righe di questo post sono di un vomitevole lilla, ho cercato di rimediare ma non c'è verso, pazienza.
 Metto infine l'immagine dei santi festeggiati, completi di 'attributi': le chiavi per Pietro e la spada per Paolo.
Buon proseguimento di giornata, e a più tardi.