domenica 29 giugno 2014

DIARIO


Domenica 29 giugno 2014. Salve a tutti!
Una bella giornata di festa trascorsa a Villacidro (ricordatemi di non andarci più in questa stagione perchè c'è molto più caldo che a Cagliari, ma in compenso manca l'aria condizionata). 
La casa, con grossi muri in pietra, era relativamente fresca, ma siccome eravamo una quarantina abbiamo apparecchiato il buffet in giardino, all'ombra degli aranci.
L'ombra degli aranci è veramente calda.
Il cugino Mariano (che non è un cugino vero, ma un signore di Villacidro col nostro stesso cognome, il quale, con gentile insistenza, si è imposto come parente qualche anno fa, e n. b. noi non siamo affatto di Villacidro) il cugino Mariano, dicevo, si è offerto di arrostire. E bisogna dire che l'ha fatto con maestria: pecora, maialetto, cipolle, peperoni, melanzane, tutto perfetto. Il resto del buffet comprendeva vari antipasti, un'insalata di polpo e patate, la torta di zucchine, frutta mista. 
Un mangiare da re, dunque, in una splendida location, quale è il giardino semiselvaggio di Villacidro, con una temperatura tipo Piombi di Venezia.
Per quanto riguardava i regali a costo zero per i Pietri e i Paoli, si è trattato di letture usate prelevate a casa di due zii morti di recente, la cui libreria bisogna vuotare. 
Son rientrata a casa con qualche mazzo di aromi freschi da appendere in cucina.