venerdì 8 agosto 2014

RELIGIONE


LA FESTA DI SAN LORENZO


Il 10 di agosto cade la festa di san Lorenzo. La leggenda vuole che fosse uno dei sette diaconi del papa Sisto II durante le persecuzioni dell'imperatore Valeriano (anno 258). Compito dei diaconi era, fra l'altro, la distribuzione dei beni ai poveri. Quando Lorenzo distribuì le sostanze della chiesa ai bisognosi, si attirò le ire del prefetto Cornelio Secolare, che le avrebbe volute per sè. Perciò fu arrestato e torturato su una graticola rovente. Secondo la tradizione, a Valeriano che assisteva al supplizio, Lorenzo prima di morire avrebbe detto: ''Da questa parte sono arrostito, girami dall'altra e poi mangiami.''
Di conseguenza, gli attributi iconografici di Lorenzo sono: la dalmatica (abito tipico dei diacono), la graticola, il libro dei salmi e la palma del martirio. E' considerato il protettore di rosticceri, cuochi, osti, pasticceri, vetrai e vigili del fuoco. Viene anche invocato contro gli incendi. E' patrono di Perugia , Grosseto, Tivoli, altri piccoli comuni; e innumerevoli sono in Italia le chiese a lui dedicate. Nella sola Roma vi sono sei basiliche. Il suo culto è diffuso in tutta Europa.
                                                                                                    


                                               .........................................

A Cagliari, sul colle di Buoncammino, si trova la chiesetta di san Lorenzo, risalente al 1200, anche se rimaneggiata successivamente. Da bambini mammà ci portava lì in occasione della festa del santo:  la sera del 10 agosto c'erano le bancarelle di giocattoli, torrone, noccioline. La chiesa, in genere chiusa, veniva aperta: la si poteva visitare e si poteva osservare da vicino la statua del santo con la graticola, particolare truculento e affascinante.
C'era anche una buona probabilità di tornare a casa magari con una girandola.



Una tradizione tipica della notte di san Lorenzo è quella di osservare il cielo nella speranza di vedere qualche stella cadente ed esprimere un desiderio. in quei giorni, la Terra attraversa lo sciame meteorico delle Perseidi e l'atmosfera è attraversata da un numero di piccole meteore molto più alto del normale. Il fenomeno risulta particolarmente visibile alle nostre latitudini in quanto il cielo estivo è spesso sereno.