giovedì 28 agosto 2014

CUCINA



POLLO ARROSTO, AGLIO E LIMONE




Il vantaggio del pollo arrosto è che si inforna, si dimentica finchè suona il timer, e mentre cuoce, si fa quel che si vuole (a patto, naturalmente, di avere un'altra stanza dove stare, non vicino al forno acceso!). Per prepararlo ci vuole un attimo.
In una teglia grande mettete uno strato di patate a tocchi condite con un filo d'olio e sale. 
Sopra le patate sistemate delle cosce di pollo, diciamo sei o otto,complete di sovracosce.
Aggiungete gli spicchi di due teste d'aglio, separati ma non sbucciati (non temete che siano troppi e che vi rendano l'alito pestilenziale: l'aglio stracotto non lascia strascichi). Mettete anche due limoni tagliati in sei, profumate di rosmarino, salate e pepate.
Infornate a 200' e lasciate fino a cottura.




Non metto tempi di cottura perchè ognuno ha le sue preferenze. Comunque quando decidete che è pronto, lo sfornate, pescate gli spicchi d'aglio, li spremete e schiacciate la polpa, la mescolate col fondo di cottura, e con questa cremina condite il pollo e le patate. I pezzi di limone invece si eliminano, sostituendoli con fette di limone fresco, come guarnizione al piatto.





Altri piatti di carne qui: Goulash ungherese
                                          Involtini di verza con carne
                                           Roast beef
                                          Choucroute alsaziana  
                                           Un piatto antico
                                           Gigot de la clinique