venerdì 4 luglio 2014

DIARIO
Venerdi 4 luglio 2014, h 04,30: il mio polpaccio viene aggredito da un bestiale crampo, con annesso calcio in faccia a mio marito. Come mai il calcio in faccia? Perché d'estate, per aver più fresco io dormo con la testa dalla parte dei piedi, e mio marito giustamente si sente un po' esposto ad eventuali miei movimenti inconsulti. Comunque, crampo, calcio, risveglio improvviso di entrambi...lui inveisce contro di me, poi mi dà qualche buon consiglio e poco dopo si riaddormenta. Io invece resto molto indolenzita finchè alle 5 la sveglia mi costringe ad alzarmi. Zoppico verso il bagno, ma già sento che oltre al polpaccio c'è qualcos'altro che non va. Mi guardo intorno angosciata, e infatti nella vasca campeggia una cacca fresca fresca, firmata "Breus". Tra me e Breus c'è una lunga conoscenza, è stato adottato una dozzina d'anni fa, e conosco bene la sua cacca. Infatti sguscia via dal bagno strisciando rasoterra.
Ora io mi domando: può una giornata, iniziata tra zoppia, puzzette e sgrassatori scianteclèr,  invertire la tendenza e diventare luminosa ed eccitante come spero?