domenica 14 settembre 2014



DIARIO

LA MINESTRA DEL GATTO CON LA RANA


Quando eravamo piccoli, ogni tanto mammà ci preparava a cena una minestra rossa, detta in famiglia ''la minestra del gatto con la rana''. Era tradizione che mentre la mangiavamo, lei ci raccontasse la storia:

 Un giorno un gatto cucinò una minestra buonissima. Gli era riuscita talmente bene che desiderò di condividerla con qualche ospite. Uscì di casa e incontrò un topino, si fermò e gli disse: 'Vuoi venire a pranzo a casa mia?'. Ma il topino, terrorizzato, si voltò e fuggì senza nemmeno rispondere. Il gatto ci rimase male.
Continuò a camminare e incontrò un uccellino. 'Verresti a casa mia a mangiare una minestra?'. L'uccellino volò su un ramo alto e da lassù gli rispose: 'Fossi matto! Tu mi vuoi mangiare!', e scappò via.








Il gatto, demoralizzato, stava tornando verso casa, ma improvvisamente si scontrò con una rana. Allora gli tornò il buonumore: 'Ho fatto una minestra proprio buona, vuoi dividerla con me?'. 'Volentieri!' gli rispose la rana, che era molto golosa. Rientrando a casa il gatto disse alla rana: 'Accomodati pure in cucina, io vado in giardino a raccogliere del prezzemolo'.
La rana, rimasta sola, annusò l'aria: il profumo della minestra era davvero allettante. Così decise di avvicinarsi alla pentola per sentirlo meglio. Infine decise di affacciarsi al bordo e di assaggiarne un cucchiaio...Disgraziatamente si sporse troppo e ci cadde dentro, scomparendo nel brodo che sobbolliva piano.

Dopo un po' il gatto rientrò con un ciuffo di prezzemolo da aggiungere alla minestra; si guardò intorno, ma la rana era scomparsa. La cercò, la aspettò un poco, infine decise di mettersi a tavola, perchè si era fatto tardi.
Si mise un mestolo di minestra nel piatto, la assaggiò, e gli sembrò ancora più buona di quel che gli era parso prima di uscire. Vuotò il piatto e si servì nuovamente, perchè davvero la minestra meritava, ma, quale non fu la sua sorpresa quando col mestolo pescò anche la povera rana...!
Così comprese che con la rana la minestra migliorava a dismisura, e prese una decisione:' D'ora in avanti quando vorrò cucinare questa minestra inviterò a casa una rana!'